Home
Riconoscimento
holzpreis.jpg





La rivista Hochparterre esce in questi giorni con un numero speciale che riferisce i risultati del «Premio Legno Svizzera», un concorso la cui finalità è promuovere e far conoscere esempi interessanti di utilizzo del legno in modo originale ed orientato al futuro. Il concorso era aperto ad ogni tipo di oggetto, dal capannone alla maniglia. Sono stati 427 i lavori presentati al concorso in tutta la Svizzera, suddivisa in cinque regioni. Per ogni regione è stato attribuito un primo premio: nella regione est, di cui fa parte anche la Bregaglia, l'ha ottenuto il centro comunitario di Flawil (SG), commissionato dal comune politico e dal comune evangelico insieme. Ad altri sei lavori è stata attribuita una distinzione, mentre per altri 10 c'è stato un riconoscimento. Fra questi ultimi figura anche il Centro puntoBregaglia, costruito a Vicosoprano dall'architetto Reto Maurizio di Maloja e nel quale i lavori in legno sono stati eseguiti dalla comunità di lavoro Rodolfo Fasciati e Thomas Zimmermann.

Tutte le presentazioni dei lavori premiati sono state raccolte in un'esposizione mobile di cui però ancora non si conosce l'itinerario.
La struttura del Centro di Vicosoprano ha i suoi elementi portanti, come ha spiegato l'architetto Reto Maurizio, nel perimetro esterno. I pilastri e le croci in legno di larice sorreggono dunque tutto l'edificio, mentre le pareti divisorie interne sono non portanti. In questo modo, la suddivisione degli spazi è molto flessibile. Questa situazione è nata, ha detto l'architetto, proprio perché non si sapeva ancora esattamente da chi e con quali necessità sarebbero stati occupati i locali interni. Perciò è stata fatta una struttura portante esterna, nella quale si sarebbe poi potuto inserire liberamente le pareti divisorie.

Un'altra caratteristica dell'edificio è la possibilità di vedere dentro da fuori. «Non volevamo costruire una scatola» ha detto l'architetto. Trattandosi di aziende e servizi in relazione con il pubblico, si voleva dare agli spazi interni un aspetto invitante. Anche chi passa sulla strada può vedere che c'è un bar, un negozio, ecc.

Non si conoscono le motivazioni caso per caso con cui le giurie hanno scelto i lavori da premiare, che in totale, in tutta la Svizzera, sono stati: 5 primi premi, 31 distinzioni e 40 riconoscimenti. Hans Hess, Consigliere agli Stati, Presidente Lignum, Economia del legno Svizzera, scrive nell'editoriale del numero speciale della rivista Hochparterre di cui abbiamo parlato all'inizio: «Oggi, con grande naturalezza, il legno torna alla ribalta come materiale vivo, che risveglia le emozioni e dimostra nel contempo che sa stare al passo con i tempi, che è un materiale tecnicamente evoluto, in grado di fornire delle realizzazioni edili di altissimo livello. Con questo il legno ha riconquistato il suo valore storico come materiale caratterizzante della cultura edilizia e abitativa locale. Il Premio Lignum 2009 contribuisce a far sì che in futuro sempre più cittadini svizzeri pensino al legno come punto di riferimento della nuova architettura e del design contemporaneo».

 
< Prec.   Pros. >
© 2018 puntoBregaglia
Joomla! un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.